VimoStory



IL PROGETTO


 VimoStory è un progetto di drammaturgia di comunità nato nel 2015 dalla volontà di Industria Scenica e Circolo Everest di raccontare dal basso la città di Vimodrone attraverso i racconti e le testimonianze di chi la vive quotidianamente. 

Durante la prima fase del progetto, conclusasi a gennaio 2016, è stato sviluppato il primo contatto con gli abitanti di Vimodrone, attraverso la creazione di una “bancarella performativa” installata nella via del mercato comunale del venerdì. Il materiale raccolto è stato poi restituito alla città domenica 31 gennaio 2016, davanti alla Parrocchia di S. Remigio, attraverso una lettura scenica.

La svolta decisiva del progetto è però stata la vincita, nell’aprile 2016, del bando “Patrimoni culturali immateriali in area lombarda” promosso da Regione Lombardia. Questo riconoscimento ha reso possibile le fasi successive: dalla prima teatralizzazione delle interviste, sino alla realizzazione del video racconto.

Il 2017 segna una nuova fase per VimoStory. Si chiama “VimoTour” la tournèe che porterà in giro per Vimodrone il video racconto e la lettura scenica, realizzate nel 2016, con l’obiettivo di aggiungere al puzzle nuovi stimoli e conoscenze. “VimoTour” è realizzato grazie al contributo del Comune di Vimodrone, C.L.A.P.Spettacolodalvivo e Mibact.


LE TAPPE DI VIMOSTORY



FEBBRAIO 2017VimoStory - VimoTour

VIMOTOUR


Prosegue per il 2017 il progetto VimoStory con una nuova fase. A partire da giovedì 09.02.17 il video racconto realizzato nel 2016 attraverso le testimonianze dei cittadini stessi, farà il tour di Vimodrone per aggiungere al puzzle nuovi stimoli e conoscenze.



16 DICEMBRE 2016
VimoStory - 150 anni di VimodroneI 150 ANNI DI VIMODRONE


Dopo poco più di un anno dal suo inizio, il progetto VimoStory è stato restituito ai cittadini in occasione del suo 150° anniversario di Vimodrone. La serata del 16 dicembre ha previsto una lettura scenica e la proiezione del video racconto: due modi differenti per conoscere meglio il passato di questa città e riflettere sull’identità della sua comunità.



DICEMBRE 2016

VimoStory - il video racconto

IL VIDEO RACCONTO


“VimoStory, il video racconto” è il prodotto di circa tre mesi di lavoro, trascorsi intervistando alcune delle persone che hanno contribuito a dare vita alla  Vimodrone che conosciamo, una città nata sotto il segno dell’aggregazione e della cooperazione. Il video è stato realizzato in collaborazione con i videomaker Angelo Camba e Roberto Polimeno.



10 DICEMBRE 2016

VimoStory Flash - foto dei cittadini

VIMOSTORY FLASH


Il 10 dicembre è stato per VimoStory un momento davvero importante. In occasione dell’inaugurazione delle Biblioteca Lea Garofalo di Vimodrone è stato scattato il Ritratto 2016 dei cittadini del Comune di Vimodrone.



SETTEMBRE-NOVEMBRE 2016

VimoStory Flash - le video intervisteLE VIDEO INTERVISTE


Durante questa fase sono state realizzate interviste a tutte quelle realtà e persone che hanno dedicato la loro vita e professione a Vimodrone. Sono stati creati dei momenti di ascolto dedicati alle figure chiave del paese per approfondire argomenti e storie e per tracciare infine un secondo pezzo del copione.



10 GIUGNO 2016

VimoStory - Il racconto dei racconti

 PRIMA TEATRALIZZAZIONE


La prima teatralizzazione di VimoStory è stata realizzata dagli allievi del Corso di Teatro Adulti della scuola Base Everest con lo spettacolo itinerante “VimoStory: il racconto dei racconti”, una restituzione romanzata di alcuni dei racconti raccolti durante le interviste ai vimodronesi. 



31 GENNAIO 2016

VimoStory - lettura scenica

LETTURA SCENICA


Il materiale raccolto, attraverso la bancarella performativa del venerdì, è stato poi restituito alla città domenica 31 gennaio 2016, attraverso una lettura scenica accompagnata dalla musica di Vito Morello, Associazione “Non Solo Blues” di Vimodrone, e Tiziano Carioni.



SETTEMBRE – DICEMBRE 2015

VimoStory - bancarella performativa

BANCARELLA PERFORMATIVA


 Il primo contatto con gli abitanti di Vimodrone è avvenuto attraverso la creazione di una “bancarella performativa”, installata nella via del mercato comunale del venerdì. Settimana dopo settimana questo piccolo luogo tra gli spazi del mercato si è trasformato in spazio scenico, punto di raccolta di storie.



HANNO CONTRIBUITO AL PROGETTO
LOGHI