E’ bello vivere liberi!


Venerdì 22 aprile 2016, ore 21.
Marta Cuscunà

E’ bello vivere liberi!

Ispirato alla biografia di Ondina Peteani prima staffetta partigiana d’Italia, deportata ad Auschwitz n° 81 672
di e con Marta Cuscunà
costruzione degli oggetti di scena Belinda De Vito
luci e audio Marco Rogante
disegno luci Claudio Parrino
Co-produzione Operaestate Festival Veneto
Cura e promozione Centrale Fies
Evento organizzato con il sostegno dell’Assessorato alle Pari Opportunità del Comune di Vimodrone, in collaborazione con A.N.P.I. Sez. E. Ottolini – Vimodrone e CAG MoVi.

7.cuscuna_sitoUn progetto di teatro civile per un’attrice, 5 burattini e un pupazzo.
È bello vivere liberi! è uno spettacolo per liberare la Resistenza dal grigiume della retorica.
Per restituire all’idea di antifascismo la luce e l’entusiasmo che la accompagnarono anche nelle situazioni più difficili.
Per riappropriaci della gioia, delle risate, delle speranze dei partigiani che sono state soffocate dallo sterile nozionismo.
È uno spettacolo per riscoprire l’atmosfera vitale e vertiginosa di quel periodo della nostra storia in cui tutto sembrava possibile.
Per questo È bello vivere liberi! è dedicato a tutti quelli che l’antifascismo l’hanno studiato solo sui libri di scuola, perché anche per loro la Resistenza diventi “festa d’aprile!”.


Progetto Apripista

Francesca Franzè, Luca Serafini – Ommiodio

con Francesca Franzè e Luca Serafini
da un’idea di Francesca Franzè e Jessica Leonello
drammaturgia Luca Serafini
regia e spazio Franzè, Serafini
disegno luci Iro Suraci
con il sostegno di Residenza Idra

ommiodio_apripista3Le conversazioni sul tempo diverranno interessanti ai primi segni della fine del mondo.
L. J. Stanisław
Cosa faresti se ti dicessero che il mondo finirà tra 11 giorni?
Che la Terra è sempre più vicina al Sole e non ci sarà scampo per nessuno? E che inoltre sembra essere in atto un’invasione aliena?
Iole, per parte sua, reagisce senza modificare la sua routine di donna anziana. Dorme, si sveglia, prende le sue medicine, parla un po’ con un marito che non c’è più e l’ha lasciata da sola in una casa troppo grande ad aspettare la fine.
A sovvertire l’ordine quotidiano ci penserà proprio un alieno, Mario – Mario? – arrivato da Marte con un folto bagaglio di citazioni cinematografiche per assistere al colpo di scena finale.
I due si studiano, ognuno per l’altro è un mondo tutto da scoprire: due solitudini sulla Terra che corre verso una fine che, per una volta, ha una data esatta.
E mentre il tempo scorre e il mondo fuori impazzisce, i nostri due protagonisti si contaminano, si mostrano, sviscerano paure e speranze. Iole diviene una guida in carne ed ossa di una realtà che l’alieno conosceva solo filtrata dalla televisione e Mario diventa per Iole una presenza rassicurante, qualcuno con cui parlare, con cui ridere, con cui ragionare. Qualcuno che potrebbe rappresentare, a distanza, un ultimo ed estremo baluardo di umanità, quando l’umanità cesserà di esistere.
Sempre che non arrivi Bruce Willis e il colpo di scena finale.


Come prenotare

Chiama i numeri 02.95299528 | 328.1216917, oppure scrivici a info@industriascenica.com | comunicazione@industriascenica.com

Info ticket

Intero 13€
Ridotto (residenti a Vimodrone, under 18, over 65, tesserati Heroes 2015/16) 10€
Promo Facebook 11€
Under 14 5€
Residenti a Vimodrone 5€

TORNA ALLA RASSEGNA SHERPA