Monthly Archives: novembre 2014

Mauro Ermanno Giovanardi

giovanardi

Mauro Ermanno Giovanardi, l’inconfondibile e indimenticata voce dei La Crus, il 13 dicembre sarà protagonista di una serata all’insegna della musica d’autore italiana nella cornice del Circolo Everest di Vimodrone.

“Il mio amore è come una febbre” è un concerto dall’atmosfera confidenziale legato al mondo della canzone d’autore, interpretato da Giovanardi insieme a Gianluca De Rubertis, che si alternerà al pianoforte e alla chitarra classica, e con l’accompagnamento del trombettista Paolo Milanesi, Produzioni Fuorivia.
Tra i più originali e eclettici interpreti della canzone d’autore italiana, fondatore di un genere nei primi anni ’90 che ha avuto il merito di fondere per la prima volta strumenti acustici e sonorità elettroniche, Mauro Ermanno Giovanardi – conosciuto negli ambienti underground come “Joe” dei La Crus – approda al Circolo Everest per una data speciale.

Lo abbiamo amato a Sanremo nel 2011 nell’ultima interpretazione con La Crus nel brano Io Confesso; lo abbiamo seguito in estate nel nuovo progetto Maledetto colui che è solo accanto al Sinfonico Honolulu, il più grande ensemble di musicisti di Ukulele in Italia; abbiamo imparato a non stupirci delle sue incursioni artistiche tra la musica, l’arte, la poesia, il teatro: non ultima quella con il regista e autore teatrale Ferdinando Bruni per il quale ha curato le musiche de La Tempesta. Incontreremo Mauro Ermanno Giovanardi il 13 dicembre sul palco del Circolo Everest in attesa che venga pubblicato il suo ultimo brano di inediti, appena finito di registrare.

Il Circolo Everest è un luogo storico per la città di Vimodrone e da febbraio 2014 rivive una nuova stagione con la rinnovata gestione della Cooperativa Sociale Industria Scenica. Lo spazio multifunzionale si pone oggi come luogo della comunità dove far fiorire il teatro, la musica e l’arte, sviluppando al contempo nuove forme di socialità performativa.

Il concerto di Mauro Ermanno Giovanardi è organizzato da Industria Scenica in collaborazione con Ludica di Luca Di Cataldo ed è reso possibile grazie al contributo del Comune di Vimodrone, la Banca di Credito Cooperativo di Cernusco Sul Naviglio (sede di Vimodrone), in collaborazione con Coop Cell e PAV Pubblica Assistenza Vimodrone.
____________________________________________________________

La conferenza stampa di presentazione del concerto si terrà martedì 2 dicembre alle ore 12 presso il Circolo Everest (via Sant’Anna 4, Vimodrone). Saranno presenti Mauro Ermanno Giovanardi, Antonio Brescianini Sindaco di Vimodrone, Fabio Casati Assessore alla Cultura del Comune, lo sponsor Banca di Credito Cooperativo di Vimodrone e il Presidente di Coop Cell Bombelli. La presentazione sarà introdotta e moderata dall’attore Ermanno Nardi (Elea Teatro – Industria Scenica).
____________________________________________________________

Ingresso: 10 € + diritti di prevendita

Info e Prevendite: Circolo Everest, via Sant’Anna 4 Vimodrone;

Contatti: comunicazione@industriascenica.com www.circoloeverest.com //www.industriascenica.com

Booking online: EventBrite (http://www.eventbrite.it/e/biglietti-mauro-ermanno-giovanardi-in-concerto-il-mio-amore-e-come-una-febbre-14413650617?aff=es2&rank=1)

Totale ticket emessi: 200, di cui 70 saranno destinati al pubblico residente a Vimodrone al prezzo speciale di 5 €.

Pollicino 2.0

Spettacolo di danza della compagnia Collettivo PirateJenny

Venerdì 14 ottobre alle 21.

Foto spettacolo Pollicino

Foto spettacolo Pollicino

Nell’era della GRANDE PRIVAZIONE la sensazione provata da Pollicino e i suoi fratelli abbandonati nel cuore del bosco è una sensazione che conosciamo.
Il salto nel vuoto, il brancolare nel buio, il percorrere un piano in bilico come ex Pollicini ormai trentenni in uno spazio liminale dove la scelta è tra il mangiare o l’essere mangiati.
L’assenza e la privazione stimolano la creatività ma tanto più la fame è violenta e immotivata quanto più il genio che ne è generato ne risulta eticamente discutibile.

Collettivo Piratejenny nasce nel 2011 dall’idea di tre giovani performer e creativi: Elisa Ferrari, Davide Manico e Sara Catellani. Dopo aver intrapreso percorsi di ricerca indipendenti in Italia e all’estero, si riuniscono in un progetto di creazione condivisa che li coinvolge come danzatori e autori. Il collettivo prende il nome dalla Canzone Di Jenny Dei Pirati, scritta da Brecht per L’Opera da tre soldi. Essere pop, neo-pop, pop-surreali, post-moderni significa per PirateJenny preoccuparsi di mantenere viva una certa bulimia dello sguardo. Dall’inizio ad oggi, i loro lavori hanno ricevuto premi e riconoscimenti in Italia e all’estero.

Ingresso:

intero 8 €
ridotto 5 € (Heroes/supporter Circolo Everest – over 65 – under 14 – abitanti di Vimodrone)